Domenica 13 ottobre 2019, torna l'apertura straordinaria di Biblioteche e gli Archivi statali, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali per valorizzare non solo i musei e le aree archeologiche, ma anche i monumenti di carta, patrimonio altrettanto imponente e ricco, conservato e valorizzato in splendidi luoghi della cultura. Una giornata, regolata da orari e modalità differenti, interamente dedicata alle bellezze letterarie. Tante le iniziative che, distribuite in tutta la Penisola, accolgono studiosi e cittadini, adulti e bambini alla ricerca di fonti dirette. Di seguito, l'elenco (aggiornato in tempo reale) degli appuntamenti organizzati dagli Archivi e dalle Biblioteche pubbliche statali:

CATANZARO Percorsi documentari Catanzaro, Archivio di Stato di Catanzaro Mostra - Il 13 ottobre 2019 Orario: dalle 9.00 alle 13.00; dalle 15.00 alle 19.00 L'Archivio di Stato di Catanzaro partecipa all'evento "Domenica di carta" proponendo visite guidate alla mostra, già allestita in occasione delle GEP, dal titolo "Percorsi documentari" con esposizione della Carta Nautica di Catanzaro e alcune riproduzioni di cartografia del Vigliarolo dell'epoca del Viceregno Spagnolo...Documenti in lingua spagnola Lamezia Terme, Archivio di Stato di Catanzaro. Sezione di Lamezia Terme Mostra - Il 13 ottobre 2019 Orario: dalle 9.00 alle 13.00; dalle 15.00 alle 19.00 Durante la giornata di apertura straordinaria domenicale, la Sezione di Archivio di Stato di Lamezia Terme propone la Mostra Documentaria:“Documenti in lingua spagnola” conservati nel fondo Regia Udienza Provinciale.

COSENZA Leonardo 500 anni dopo Cosenza, Biblioteca Nazionale di Cosenza Visita guidata - Il 13 ottobre 2019 Orario: 9.00 - 19.00 Domenica 13 ottobre la Biblioteca Nazionale di Cosenza in adesione all’iniziativa promossa dal MIBAC denominata Domenica di Carta, darà la possibilità di visitare le sale espositive nelle quali è allestita la mostra relativa al Cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci "Leonardo 500 anni dopo".

VIBO VALENTIA “Esposizione della cartografia contenuta nei registri del Fondo Tribunale” Vibo Valentia, Archivio di Stato di Vibo Valentia Apertura straordinaria - Il 13 ottobre 2019 Orario: 9.00-13.00 In occasione della manifestazione " Domenica di Carta 2019" l'Archivio di Stato di Vibo Valentia partecipa all'apertura straordinaria organizzando delle visite guidate. I visitatori avranno così la possibilità di visionare le mappe contenute nei registri del tribunale di Vibo Valentia corredate da foto che raffigurano la provincianel periodo degli anni '70. Geologi, storici dell'arte, architetti, relazioneranno per evidenziare i cambiamenti avvenuti nel nostro territorio nel corso degli anni.

Il Polo museale della Calabria, diretto dalla dottoressa Antonella Cucciniello,aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) 2019 che si terranno su tutto il territorio nazionale sabato 21 e domenica 22 settembre 2019. Il tema scelto per questa edizione è Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento. Questi, di seguito indicati, i luoghi della cultura statali di propria competenza che parteciperanno all’atteso e oramai consolidato appuntamento. Galleria Nazionale di Cosenza (Cosenza) mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. La Galleria nazionale di Cosenza propone la mostra VIDE – VIaggio Dell’Emozione ed il percorso tematico guidato Il viaggio verso la salvezza. Il progetto “VIDE Viaggio Dell’Emozione”, ideato dal Polo museale della Calabria e realizzato con il sostegno della Regione Calabria, è un invito al viaggio attraverso una mostra diffusa, che intende iniziare il viaggiatore 3.0 alle innumerevoli storie che si snodano lungo gli itinerari regionali. ———————————————————————————————————————- Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia – (Vibo Valentia) mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Il Museo Archeologico Vito Capialbi di Vibo Valentia aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio organizzando un allestimento temporaneo su alcuni reperti rinvenuti nell’ area sacra in località Scrimbia. La mostra, dal titolo La stipe votiva di Scrimbia: dal ritrovamento agli ultimi studi archeologici propone una disamina cronologica dei ritrovamenti, che per la loro quantità e varietà tipologica, offrono sempre nuovi spunti di ricerca e approfondimento.

 

Il Secondo Conflitto Mondiale, conclusosi ormai oltre settant’anni fa con le tristi conseguenze oggi note e raccontate nella manualistica scolastica, passato alla storia come “La Madre di tutte le Guerre”, evoca ancora oggi sensazioni e immagini di tristezza, di dolore, di desolazione e di disperazione. Una “Madre di tutte le Guerre”, funesta che ha seminato morte e disperazione, mutando gli assetti sociali, politici, culturali e umani dell’intero mondo. Eppure ancora ai giorni nostri, la Seconda Guerra Mondiale continua, in silenzio, a manifestare e a far sentire quel grido di dolore, di disperazione che proviene da lontano, dalle terre aride, fredde anzi a volte gelate di mezza Europa dove tanti militari furono inviati a combattere, strappati per sempre ai loro affetti, alle loro famiglie, alle loro madri e alla loro “Madre Italia”. Tante le acque di altrettanti mari solcati, tanti i porti girati, tante le montagne scalate e tante le speranze stroncate. Una storia che sembra lontana, distante forse “mentalmente” da noi ma che invece è più vicina di quanto potrebbe sembrare! Distante geograficamente si! Ma non certo distante culturalmente e materialmente purtroppo, figlia di un grande e immenso dramma vissuto dall’Europa, dall’Italia, dalla Calabria, e ahimè da Lazzaro e da alcuni suoi figli che in un atto scellerato di guerra, hanno tristemente vissuto la disperazione della loro umanità e del loro essere giovani speranzosi in un domani, stroncato prematuramente dal gelo polare della steppa russa sulle rive del Don, dalla Campagna di Russia e dalla Campagna di Grecia. Giovani militati che hanno subito le pesanti sconfitte in Africa Settentrionale, che hanno partecipato alla nuova offensiva di Rommel e alla battaglia di El Alamein solo per citare alcune delle fasi più importanti e pericolose alle quali l’Italia con le sue truppe prese parte.

Prof. Fortunato Praticò in qualità di Presidente dell'Associazione Culturale EureKa - Biblioteca Auxesia di Lazzaro di Motta San Giovanni, Le esprimo, a nome dell'intero Consiglio Direttivo e dei Soci tutti dell'Associazione, grande soddisfazione per la nomina di nuovo reggente del nostro I. C. nella più assoluta certezza che, come già avvenuto in passato presso l'I. C. di Montebelllo Ionico, sarà possibile riprendere quel proficuo processo di costruzione progettule, già avviato negli anni passati con l'uscente D. S, utile alla crescita ed alla diffusione della cultura sul nostro territorio.

Galleria foto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok