g20 20211101 1352126004I grandi della terra si sono riuniti a Roma per trovare un accordo sul CLIMA. Un accordo difficile perché mentre i paesi industrializzati hanno compreso che non si può continuare a consumare in maniera incontrollata le energie fossili senza tener conto dell’enorme influenza che l’attività umana ha sui cambiamenti climatici, i paesi in via di sviluppo chiedono ancora tempo per ridurre le emissioni. Si sta discutendo sul termine ultimo del 2050 o 2060 per contenere entro i 2° l’aumento della temperatura.

Il punto è che non c’è più tempo per salvare il pianeta. Già da qualche anno stiamo verificando sulla nostra pelle e sui nostri territori gli effetti del cambiamento climatico. Estati estremamente calde, incendi, desertificazione, innalzamento della temperature del mare, alluvioni ed erosioni con conseguenze sanitarie dirette e indirette di tali effetti. Siamo oltre il limite consentito!

E mentre Draghi tenta di scendere a patti con i paesi maggiori consumatori di risorse, Greta Thunberg chiede che siano ascoltate le richieste dei giovani. “Basta parole è ora di agire a difesa della terra.”

greta 20211101 1837690577

 

Ma che cosa è il cambiamento climatico e quanto ci riguarda direttamente?

Riportiamo una efficace spiegazione tratta dalla pagina della Commissione Europea sul Climate Change https://ec.europa.eu/clima/climate-change/causes-climate-change_it

Gas serra

La causa principale dei cambiamenti climatici è l'effetto serra. Alcuni gas presenti nell’atmosfera terrestre agiscono un po’ come il vetro di una serra: catturano il calore del sole impedendogli di ritornare nello spazio e provocando il riscaldamento globale.

Molti di questi gas sono presenti in natura, ma l'attività dell'uomo aumenta le concentrazioni di alcuni di essi nell’atmosfera, in particolare:

  • l'anidride carbonica (CO2)
  • il metano
  • l'ossido di azoto
  • i gas fluorurati.

Cause dell’aumento delle emissioni

  • La combustione di carbone, petrolio e gas produce anidride carbonica e ossido di azoto.
  • Abbattimento delle foreste (deforestazione). Gli alberi aiutano a regolare il clima assorbendo CO2 dall'atmosfera. Abbattendoli, quest'azione viene a mancare e la CO2 immagazzinata negli alberi viene rilasciata nell'atmosfera, alimentando in tal modo l'effetto serra.
  • Lo sviluppo dell’allevamento di bestiame. I bovini e gli ovini producono grandi quantità di metano durante il processo di digestione.
  • I fertilizzanti azotati producono emissioni di ossido di azoto.
  • I gas fluorurati sono emessi da apparecchiature e prodotti che utilizzano tali gas. Queste emissioni causano un potente effetto serra, fino a 23 000 volte più forte dei quello provocato dalla CO2.

Riscaldamento globale

Il periodo 2011-2020 è stato il decennio più caldo mai registrato, con una temperatura media globale di 1,1ºC al di sopra dei livelli preindustriali nel 2019. Il riscaldamento globale indotto dall'uomo è attualmente in aumento a un ritmo di 0,2ºC per decennio.

Un aumento di 2ºC rispetto alla temperatura dell'epoca preindustriale è associato a gravi impatti negativi sull'ambiente naturale e sulla salute e il benessere umani, compreso un rischio molto più elevato di cambiamenti pericolosi e potenzialmente catastrofici nell'ambiente globale.

Per questo motivo la comunità internazionale ha riconosciuto la necessità di mantenere il riscaldamento ben al di sotto dei 2ºC e di proseguire gli sforzi per limitarlo a 1,5ºC.

Le conseguenze dei cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici interessano tutte le regioni del mondo. Le calotte polari si sciolgono e cresce il livello dei mari. In alcune regioni i fenomeni meteorologici estremi e le precipitazioni sono sempre più diffusi, mentre altre sono colpite da siccità e ondate di calore senza precedenti.

Questi fenomeni dovrebbero intensificarsi nei prossimi decenni.

Galleria foto

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok